Vai avanti tu, che a me vien da ridere.

Non ho più tempo per la cattiveria,
ancorchè travestita da falso vittimismo.
Non ho più tempo da sprecare per la pochezza
e la bassezza.
Preferisco perdere il mio tempo nel profumo delle cose belle:
il colore di un tramonto, le fusa dei gatti accoccolati, il calore dei sorrisi sinceri.
Il brillio avvolgente di uno caldo sguardo scuro.

Art.: Kylli Sparre

19 pensieri riguardo “Vai avanti tu, che a me vien da ridere.”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.